DSC03934.jpg

Mamoiada è un paese di 2500 abitanti del centro Sardegna (Barbagia). Il suo territorio è altamente vocato per la viticoltura e ha un’antica tradizione vitivinicola, con vigneti storici ultracentenari. A sostenere questa tradizione sono le 200 Cantine familiari, che producono vino per autoconsumo, e oltre 30 che imbottigliano regolarmente. La superficie vitata è di circa 350 ettari e il vitigno pi coltivato è il Cannonau (95%), grazie a dei nuovi impianti, oggi, si sta valorizzando anche la Granatza, un vitigno autoctono a bacca bianca. I vigneti si trovano ad un'altitudine media di 730 m. s.l.m. (soggetti a forti escursioni termiche tra il giorno e la notte), i suoi terreni sono di natura granitica di struttura sciolta e leggermente acidi. a orma di allevamento tradizionale è l’al erello asso e le rese medie per ettaro sono tra i 20 quintali nelle vigne antiche e 60 quintali in quelle giovani. Grazie alle condizioni pedoclimatiche favorevoli alla coltivazione della vite, i vigneti si lavorano come da tradizione, in biologico, più precisamente, si ha un approccio sostenibile: quasi tutti i lavori in vigna sono fatti a mano e la lavorazione del terreno nei vigneti antichi è atta ancora con l’aratro a buoi, nei nuovi impianti, con il trattore, ma in entrambi i casi, la rifinitura dei ceppi è atta manualmente con la zappa.